,

I classificatori thailandesi – lezioni 17, 18 e 19

notebook con l'immagine di mamma e figlia che insegnano thailandese

I classificatori thailandesi sono uno degli argomenti più ostici quando si vuole studiare la lingua thailandese: si tratta di parole usate per accompagnare i sostantivi quando un nome viene contato o specificato.

In italiano

In italiano la questione è molto più semplice: quando dobbiamo indicare un oggetto e specificare quanti di quegli oggetti stiamo parlando, ci basta usare un numero e aggiungere il sostantivo, declinandolo al plurale nel caso in cui si parli più di un oggetto.

Quindi ad esempio, una casa, due case, tre case.

NUMERO + SOSTANTIVO

In thailandese

In thailandese invece si dice “casa + un + classificatore”, oppure “casa + due + classificatore” e così via.

SOSTANTIVO + NUMERO + CLASSIFICATORE

La cosa difficile è che, a seconda dell’oggetto di cui stiamo parlando, si dovrà usare un classificatore differente.

Per vedere quali sono i più comuni ed utilizzati, ecco qui tre video lezioni: in ognuna sono presentati 11 classificatori, specificando per ognuno con quali oggetti si usano e mostrando un esempio d’utilizzo.

Impariamo il thailandese con Federica e mamma Ralita – Lezione 17

Classificatori thailandesi presenti in questa lezione:

  • คน kon – persone
  • ตัว dtua – animali
  • องค์ ong – statue di Buddha
  • รูป rup – monaci buddisti
  • ชิ้น cin – oggetti + generico
  • อัน an – oggetti piccoli + generico
  • วง wong – oggetti circolari + gruppi musicali
  • หลัง lang – case ed edifici
  • แผ่น pen – fette di pane, carta, mattoni e piastrelle, cd
  • ผืน peun – stoffa, tappeti, bandiere
  • บาน ban – porte, finestre, specchi e cornici

Impariamo il thailandese con Federica e mamma Ralita – Lezione 18

Classificatori thailandesi presenti in questa lezione:

  • ลูก luk – oggetti sferici
  • ใบ bai – piatti, bicchieri, scodelle, contenitori per cibo, carta d’identità, vassoi e borse
  • ฉบับ chabab – documenti
  • เล่ม lem – libri
  • แท่ง teng – matite, oro (lingotti)
  • ด้าม dam – biro e penne
  • ก้อน gon – sapone (solido), mattoni, carbone, carne
  • คัน kan – ombrelli, automobili, forchette e cucchiai, canne da pesca, arco per il tiro al bersaglio
  • ต้น ton – colonne, pilastri, alberi
  • ลํา lam – aerei, barche
  • เครื่อง krueang – dispositivi elettronici, come televisioni, telefonini, radio, computer, tablet, elettrodomestici

Impariamo il thailandese con Federica e mamma Ralita – Lezione 19

Classificatori thailandesi presenti in questa lezione:

  • ดวง duang – stelle, luna, sole, satelliti e lampadine, e francobolli
  • เส้น sen – oggetti lunghi, come capelli, corde, cinture, collane
  • สาย sai – strade, fiumi
  • ซี่ see – denti
  • เม็ด met – oggetti molto piccoli, simil pastiglie, come medicine, bottoni, caramelle, fagioli, brufoli
  • คู่ ku – un paio di oggetti, come scarpe, calzini
  • กล่อง klong – scatole, scatoloni e pacchi
  • ขวด kuat – bottiglie
  • มื้อ meu – pasti
  • ชุด chud – vestiti
  • เรือน ruean – orologi

CONSIGLIO:
In caso di dubbi, quando si parla di oggetti, vi consiglio di usare i classificatori ชิ้น cin oppure อัน an per farvi capire, ed eventualmente chiedere quale sia il classificatore corretto. Per esperienza vi posso dire che la pratica aiuta a memorizzarli più velocemente, e che usando CIN e AN riuscirete comunque a farvi capire dai thailandesi.

Quando si parla di persone però, ricordate che è sempre meglio usare il termine generico คน kon!

2 risposte a “I classificatori thailandesi – lezioni 17, 18 e 19”

  1. Avatar Nadia
    Nadia

    Ciao, ho iniziato da poco a guardare i tuoi video, che trovo molto simpatici mi piace il modo che hai di eprimerti, ma volevo chiederti(forse non l’ho ancora trovato io perchè come ti ho detto è poco che gironzolo sulle tue pagg) se è possibile avere un alfabeto o se puoi spiegarmi in quale dei tuoi video o altro posso trovarlo, perchè a volte insieme alle spiegazioni che dai metti anche le parole in thai e a me piacerebbe iniziare a farmi l’occhio sulle varie lettere. So che probabilmente è una cosa che magari viene col tempo ma come ho fatto x il giapponese mi piace cercare di abbinare ogni volta le lettere come ti ho detto giusto x iniziare a farmi l’occhio.
    Grazie in anticipo x la tua risposta
    Nadia

    1. Avatar Federica

      Ciao Nadia, benvenuta! Penso che il tuo approccio nel voler allenare l’occhio nel riconoscere le lettere thailandesi fin dall’inizio possa aiutarti molto a familiarizzare con la lingua thailandese. Sul blog trovi diversi contenuti riguardanti l’alfabeto, ti consiglio di tenere come linea guida questo post riassuntivo con l’elenco di tutti i contenuti riguardanti consonanti, vocali, toni e dittonghi! https://myfedesign.com/blog/lifestyle/iniziare-a-studiare-il-thailandese/ buono studio! ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *